Prove non Distruttive su Murature

Le principali prove PnD impiegate nella diagnostica di strutture in muratura al fine di conoscerne le principali caratteristiche sono:

indagine termografica che rileva distacchi superficiali, zone con presenza di umidità, possibili differenze morfologiche degli elementi nascosti;

indagine ultrasonora verifica l’omogeneità delle proprietà meccaniche della muratura;

prove estensimetriche consentono di monitorare l’andamento delle deformazioni e correlando i risultati derivanti da altre indagini, ricavare lo stato tensionale;

 

indagine georadar consente il rilievo degli spessori costituenti la muratura, identifica eventuali cavità ed elementi metallici inglobati.

Dall’elaborazione dei dati sperimentali, è possibile visualizzare i modelli interpretativi degli elementi indagati in termini di ampiezza riflessa normalizzata. Le mappe permettono l’individuazione di anomalie dovute ad un eterogeneità dei materiali o a difetti intrinsechi del materiale stesso.


Nel caso di presenza di catene nelle strutture murarie, è possibile, attraverso l’esecuzione di prove dinamiche con l’impiego di accelerometri stimare lo stato tensionale delle stesse. Mediante le tecniche estensimetriche è possibile monitorare l’andamento deformativo nel dominio del tempo.

Ulteriori indagini vengono effettuate su campioni prelevati in situ, quali l’analisi allo stereo microscopio ed eventuali prove chimiche.




Laboratorio per la Sperimentazione sulle Strutture e sui Materiali da Costruzione
Chiama Ora
+390922859406